Gottamentor.Com
Gottamentor.Com

Il produttore esecutivo di 'The Mole' afferma che True Crime ha ispirato il riavvio di Netflix



  La_talpa_00334211R

Il produttore esecutivo di 'The Mole' afferma che True Crime ha ispirato il riavvio di Netflix

Chris Culvenor dà uno sguardo dietro le quinte dell'attesissimo ritorno della serie di realtà, oltre a come le persone possono giocare insieme a casa.
  • Autore: Mike Bloom
  • Data aggiornata:

Da oltre un decennio, angoli di reality tv i fandom sono stati unificati in un detto: Porta indietro La Talpa . La serie, adattata da uno spettacolo belga, incarica un gruppo di estranei di completare una serie di compiti da aggiungere a un piatto comune. Ma uno di questi è il titolare 'Talpa', un sabotatore arruolato per impedire che si guadagni più denaro possibile. Dopo aver mandato in onda cinque stagioni negli anni 2019 (la più importante sono state le prime due ospitate da Anderson Cooper ), lo spettacolo è stato cancellato dalla ABC e le sue possibilità di rinnovamento sembravano morte e sepolte.

accedere Chris Culvenor . L'australiano ha una grande esperienza nello sviluppo di reality TV negli Stati Uniti e in Australia come parte di Shine America ed Eureka Productions. Ha lavorato su successi come Il più grande perdente , MasterChef , e Holey Moley . Ma cosa lo ha portato a risorgere La Talpa era, abbastanza interessante, a Netflix documentario.

'Se ricordi, qualche anno fa', ha detto Culvenor a Parade.com, 'c'era questo grande documentario chiamato Non scopare con i gatti quello era su Netflix. E su questo, hai visto tutti questi detective da poltrona risolvere questo caso incredibilmente complesso. E questa è stata la scintilla nella mia testa'.

Scopri di più su Culvenor e La Talpa nella nostra intervista di seguito, inclusa la struttura di montaggio unica del riavvio e l'approccio al casting e alle sfide. La Talpa debutta con il suo primo lotto di episodi ottobre 7 su Netflix.

Imparentato: Tutto da sapere su Netflix La Talpa (incluso quando viene presentato in anteprima)

Sono passati 14 anni da quando gli Stati Uniti hanno avuto una versione di La Talpa . Cosa ti ha fatto decidere di continuare a riavviarlo per tutto questo tempo in seguito?
In primo luogo, ero un grande fan dell'originale. Ero un fan della versione australiana, quindi sono andato a guardare anche tutte le versioni di Anderson Cooper. Quindi ci stavo arrivando anche dal punto di vista di un superfan. E poi, se vi ricordate, qualche anno fa, c'era questo grande documentario chiamato Non scopare con i gatti quello era su Netflix. E su questo, hai visto tutti questi detective da poltrona risolvere questo caso incredibilmente complesso. E quella è stata la scintilla nella mia testa.

Questo mi ha portato a pensare che ora viviamo in un mondo diverso da quando La Talpa lanciato. Il vero crimine è estremamente popolare. I podcast sul crimine sono estremamente popolari. Ognuno ha un po' di detective dentro di sé. Quindi quale momento migliore per cercare di riportare questo formato classico? Quindi abbiamo lavorato con i creatori originali, che vengono dal Belgio. Abbiamo presentato la nostra visione di come volevamo reimmaginare La Talpa . E abbiamo lavorato con loro mano nella mano e con Netflix per lanciarlo per il 2022. Quindi inizialmente è stato il processo per essere un superfan. Ma quella serie di documentari ha acceso l'idea di riportarlo indietro.

mi sento come La Talpa è un formato che resiste alla prova del tempo, da qui il modo in cui funziona oltre 20 anni dopo la sua introduzione. La cosa interessante è che lo spettacolo vero e proprio non include elementi per indicare che è nel 2022, salvo usare i telefoni come supporto durante l'eliminazione. Come hai cercato di proposito di portare quell'atemporalità nello spettacolo?
Non vuoi comprare una Ferrari per poi rovinarla troppo. È così ben assemblato e realizzato. Non volevamo adattarci La Talpa e poi produrre qualcosa che i fan di tutto il mondo non hanno riconosciuto. Ma penso che ciò di cui eravamo davvero entusiasti è che c'è un'intera generazione di persone che non ha vissuto la prima. Quindi, presentando loro il fantastico formato, eravamo davvero entusiasti del fatto che i fan come te avessero l'opportunità di unirsi di nuovo all'avventura.

E penso che ci sia stato qualcosa di molto eccitante nel farlo per Netflix. È un whodunnit globale che sta accadendo e ci unisce tutti insieme. E pensi a quando La Talpa è stato rilasciato per la prima volta e stai cercando di sospettare 'Chi è la talpa', potresti parlarne con i tuoi amici o con i tuoi famiglia . Ma questo era tutto. Molte versioni precedenti erano in realtà prima dei social media. Quindi siamo davvero entusiasti che questa discussione globale avvenga in tempo reale con lo spettacolo. Ed è per questo che siamo entusiasti che questa nuova generazione abbracci il formato.

Precedenti episodi di La Talpa seguiva una struttura tipica, finendo sempre con l'eliminazione. Questa stagione, tuttavia, ha un tipo di narrazione decisamente diverso. Ogni episodio finisce invece con un cliffhanger, con eliminazioni che si verificano all'inizio e nel mezzo degli episodi. Mi ricorda molto Il cerchio , che va in onda anche su Netflix. Cosa ti ha fatto decidere di andare in quella direzione?
È stata una decisione basata sul fatto che lo spettacolo stava passando allo streaming anziché a un ciclo di trasmissione tradizionale. Quindi nel ciclo di trasmissione tradizionale, generalmente, guardando un episodio alla settimana, hai un inizio, una parte centrale e una fine. E quella struttura funziona davvero bene per quelle piattaforme. Netflix, ovviamente, è costruito in modo molto diverso, dove c'è un modello abbuffato. Vogliamo che le persone si siedano e guardino più di un episodio.

Quindi la decisione diventa meno quella di attenersi a un formato e più di cosa è meglio per il servizio, cosa è meglio per quella struttura. Così spesso finiamo con un cliffhanger, proprio come qualsiasi grande serie sceneggiata potrebbe finire con un cliffhanger. Abbiamo solo pensato: 'Lascia che la storia ci dica dove iniziare e finire l'episodio', invece di una struttura rigida. Quindi è stato sicuramente ispirato dall'idea di un modello abbuffato rispetto a un settimanale.

Gli episodi vengono rilasciati in lotti di cinque, poi tre, poi due. Ciò ha influito anche sul modo in cui hai strutturato la storia per quella settimana, supponendo che tutti avrebbero guardato quella serie in una volta sola?
Quindi è una decisione che abbiamo preso in collaborazione con Netflix. Conoscono così bene il loro pubblico e come al loro pubblico piace consumare determinati spettacoli. Quindi è una decisione tanto quanto hanno un'idea chiara di quale sia la cadenza di quella caduta. E quello che poi facciamo è lavorare con loro per trovare ciò che i cliffhanger hanno senso in quei momenti. Quindi è un avanti e indietro per assicurarsi che l'esperienza di visione sia adatta allo spettatore di Netflix, ma li terrà anche agganciati in modo che guardino il batch successivo.

  La_talpa_0015504R



Parliamo del cast di questa stagione di La Talpa . Avevi in ​​mente un obiettivo particolare quando stavi reclutando queste dozzine di persone? Stavi cercando persone che conoscessero lo spettacolo o neofiti pronti a imparare al volo?
C'erano alcune cose che stavamo cercando. Ho detto che ora sono tutti una specie di detective casalingo. E volevamo davvero persone che avessero questa passione, questa curiosità, questa mentalità investigativa su come si avvicinano vita . Non significava che dovessero essere dei veri drogati del crimine. Ma dovevamo avere la sensazione che si sarebbero davvero lanciati in questo gioco, che sta svelando questo mistero. Abbiamo parlato molto di quei film come Ocean's 11 o Missione impossibile , dove hai queste rapine o capperi, questi eventi d'azione. E volevamo persone che potessero inserirsi in quelle incredibili sfide e che potessero anche reggere il confronto.

E poi volevo assicurarci che avessimo diversità. Diversità nel background, ma anche diversità e come avrebbero affrontato il gioco. Quindi non volevamo che 12 giocatori di ex investigatori dell'FBI vedessero se potevano decifrarlo. C'è un pompiere, un pilota, un giocatore. Tutte queste persone che provengono da background diversi con diversi tipi di storie e le guardano giocare. E non solo, ma essere in grado di sospettare persone diverse e identificarle molto chiaramente anche con marchi diversi e identità diverse.

Le sfide/missioni di questa stagione vanno da grandi spettacoli che incanalano alcuni di quei film a cui ti riferivi a piccoli dilemmi morali. Come hai trovato l'equilibrio tra questi due tipi di compiti?
Mi sento come quando si tratta di La Talpa , si tratta davvero di trovare l'equilibrio tra sfide mentali, fisiche ed emotive. Mentale, ovviamente, risolvendo enigmi e decifrando codici. Fisico, persone che fanno letteralmente acrobazie incredibili. E poi emotivi, i dilemmi morali a cui sono sottoposte le persone. E questo è davvero il cuore del gioco, questo tipo di dilemmi che le persone devono affrontare lungo il percorso. Sabotano? Non lo fanno? Fanno sotterfugi? Non lo fanno?

Quindi, per noi, si trattava di dare al pubblico e al cast una varietà di tutte queste cose. E penso che le sfide migliori siano quelle molto semplici, ma consentono momenti di sabotaggio in modo che il pubblico possa capire molto chiaramente cosa sta succedendo. Ci sono momenti di successo o meno. E quei momenti in cui le persone hanno successo o meno possono essere un sabotaggio, oppure potrebbe essere semplicemente qualcuno che non è arrivato alla fine in tempo o ha commesso un errore lungo la strada. E la cosa fantastica di questo è ovviamente che solleva molte domande e sospetti su chi sia la Talpa.

E come tutti i buoni giochi, lo pianifichi in un modo, e poi quando i giocatori lo fanno, vanno in una direzione completamente diversa da quando ti aspettavi.
Non c'è niente che mi renda più eccitato del fatto che abbiamo un'idea di come sta andando qualcosa e guardarla girare su se stessa. Perché in generale, la realtà di ciò che otteniamo è molto migliore di quanto immaginiamo.

Alex Wagner ospita La Talpa , continuando la tradizione delle emittenti che ospitano sin dai tempi con Anderson Cooper. Come è stata portata nello show?
Lo spettacolo è interessante, perché è uno spettacolo incentrato sull'indagine, tutto sull'andare in fondo al mistero. Quindi penso che non sia una coincidenza che Anderson Cooper sia stato scelto per l'ospite originale perché proviene da quel background di qualcuno che stava andando a fondo di un caso o di una storia. Quindi, quando abbiamo cercato chi sarebbe stato l'ospite di questo spettacolo, abbiamo voluto tutti quegli attributi. Volevamo qualcuno che fosse curioso, che fosse appassionato di trovare la verità, che potesse assorbire una storia che si stava svolgendo e in qualche modo darle un senso.

Ed è qui che è appena arrivato Alex. Era assolutamente in cima alla nostra lista. E la cosa grandiosa è che era entusiasta dell'opportunità quanto noi eravamo entusiasti di averla. È stata la prima persona con cui ci siamo rivolti per questo e siamo riusciti a farla salire a bordo. Ora è ovviamente l'ospite dello spettacolo, ma non sa chi sia la Talpa. Quindi sta andando avanti per questo giro con i nostri 12 giocatori. Pensiamo che abbia fatto un ottimo lavoro perché è ovviamente estremamente simpatica e affascinante. Ma ha questo grande vantaggio quando ne ha bisogno. Ha intervistato e trattato alcune delle più grandi persone politiche e politiche del pianeta. Quindi sa anche come comandare una stanza quando ne ha bisogno.

Una delle parti più grandi di La Talpa Le stagioni precedenti erano indizi che gli editori avrebbero inserito durante la stagione in modo che il pubblico potesse anche giocare a chi è la Talpa. Sarà così anche in questa stagione?
In ogni aspetto di questo spettacolo, volevamo che il pubblico fosse il 13° giocatore. Era sempre nella nostra mente quando stavamo producendo lo spettacolo, quando stavamo montando lo spettacolo. In ogni aspetto, stavamo pensando: 'Cosa sta pensando il pubblico in questo momento? Dove stanno guardando? Chi stanno sospettando?' E sì, gli indizi lungo il percorso, se non li raccogli, ti verranno svelati alla fine.

Al momento non ci sono annunci da Netflix sulla seconda stagione di La Talpa . Ma se dovesse succedere, hai già idee su cosa vorresti fare?
Penso che una delle cose grandiose di questo show sia che le persone intraprendono questa incredibile avventura a livello internazionale. In questa stagione, l'Australia ha offerto così tante destinazioni incredibili. Quindi sono entusiasta di portare lo spettacolo in altre destinazioni. E proprio come i grandi franchise d'azione si svolgono in diversi continenti, mi piacerebbe fare lo stesso con La Talpa . Quindi è lì che posso vederci prendere lo stesso incredibile mistero contorto, ma forse con un'ambientazione e uno sfondo diversi.

Prossimo, ecco tutto da sapere su questa stagione di Sopravvissuto 43 .