Gottamentor.Com
Gottamentor.Com

Catherine Zeta-Jones parla del ruolo di un signore della droga in Cocaine Godmother, Parenting and Hopes for 2018



Catherine Zeta Jones-FTR

(Jeff Spicer/Getty Images per Walpole)

Catherine Zeta-Jones , il vincitore dell'Oscar perChicago, 48, stelle inMadrina della cocaina: The Griselda Blanco Storyo. Il film TV Lifetime (20 gennaio) è basato sul reale vita di uno spietato signore della droga la cui rete di distribuzione di cocaina a Miami si è diffusa in tutti gli Stati Uniti.

Cosa ti ha attratto di Griselda?


Era completamente ignorante, ma aveva ottime capacità imprenditoriali. Ciò che affascinava era il potere che aveva sugli uomini, il modo in cui la temevano e la veneravano.

Era una criminale omicida. C'era qualcosa di ammirevole in lei?


Non volevo renderla simpatica o accettabile in alcun modo. Ma devo ammirare il suo potere e anche abusare di quel potere. È diventata grande in un mondo molto pericoloso.



Ci sono state un paio di serie su El Chapo e USA Network ha Regina del Sud con Alice Braga, e ora abbiamo Madrina della cocaina . Queste storie su questi signori della droga sono racconti ammonitori? C'è qualcosa da imparare da loro?

Non credo ci sia niente da imparare da loro. Ma c'è il fascino della mafia. Ne abbiamo avuti tre padrini e I Soprano . C'è qualcosa di forse interessante in quel mondo oscuro. È un mondo che esiste ed è tutto intorno a noi, ma entrare in profondità in quel mondo è affascinante per me come membro del pubblico.

Di nuovo, abbiamo regina del sud, ma è molto rara la possibilità di vedere una donna in questo ambiente. Pablo Escobar e lei hanno lavorato insieme. Tutti questi - Al Capone, El Chapo, Pablo Escobar - sono noti, davvero famosi; ma non ci sono mai donne nel nostro subconscio. E il fatto è che Griselda è stata la madrina della cocaina nell'insurrezione di questo mondo a Miami in quel momento in cui tutto si è concretizzato, quando tutto è iniziato. Era grande.


Anche oggi, quando facevo le mie ricerche, andavo di tanto in tanto a Miami e la gente mi chiedeva, cosa stai facendo? Ho menzionato Griselda prima ancora di averne girato un fotogramma, ed è conosciuta lì. È come se tutti conoscessero qualcuno che ha lavorato con lei.

Dio sa che abbiamo bisogno di più ruoli femminili al cinema e in televisione dove aprono la strada ed è una storia sulle donne. Questo non è necessariamente il tuo film femminile per eccellenza, ma è sicuramente importante, ed è interessante per me come donna cercare di capire e guardare in quel mondo momentaneamente.

Griselda era sicuramente un personaggio poliedrico.

Sento che Griselda era una drogata di potere oltre che una drogata. Aveva una mentalità da tossicodipendente e un comportamento da tossicodipendente in molti modi. Penso che sia arrivata a un punto in cui a quel tempo era un po' d'avanguardia. Certamente non era così aperto come lo siamo fortunatamente oggi.


Ma questo non avrebbe mai scoraggiato Griselda. Voleva essere diversa. Credo davvero che nella sua testa, Griselda fosse una star del cinema nel suo stesso film. E ha creato Griselda.

Non ci siamo presi una licenza artistica sul fatto che abbia chiamato suo figlio Michael Corleone. Non siamo nemmeno entrati nel fatto che il suo cane si chiamava Hitler. Questa donna era affascinante e pericolosa.

Griselda era una donna, credo, a cui non piacevano le donne in sé. Si è circondata di uomini. C'era posto solo per una donna nel suo mondo ed era Griselda Blanco. Ma quando si tratta della sua relazione con Carolina, vedo la sua vulnerabilità, la sua sensibilità. Si sentiva amata da una donna in una relazione donna-donna. È la prima volta che prova amore e le viene dato amore. Non credo nemmeno che provasse amore per i suoi figli. Credo fossero accessori.

Pensi che parte della sua rovina possa essere attribuita al fatto che ha iniziato a usare il suo stesso prodotto, i suoi farmaci? C'è quella battuta in cui ha detto a Carolina: Prova questo, questo ti rende felice. Ma non sembrava renderla felice.


Credo davvero che le ruote abbiano iniziato a cadere quando ha iniziato a scavare nel famiglia affari e utilizzo. Prima di tutto, è diventata più paranoica. E ha abbassato la guardia mentre usava. Credo che sia stato allora che il mondo ha iniziato a crollare intorno a lei.

E il significato di quella frase: una volta era felice quando probabilmente l'ha usata la prima volta e stava cercando di ricrearla felicità , che è di nuovo la rovina di un altro tossicodipendente perché non puoi mai ricreare quel primo sballo.

Ho adorato i foulard nel film. Era il tuo tocco personale?

Non avevo molte fotografie di Griselda perché era un'eremita paranoica. Ma i pochi che avevo, indossava un foulard quando faceva le sue cose glamour. Ho adorato il velo, quindi ho voluto metterlo. Sono stato molto pratico con la mia costumista perché mi sembrava di conoscere così tanto questa donna.


Cosa speri che porti il ​​2018?

Attendo con ansia il primo anno di college di mio figlio, e ogni giorno mia figlia cresce come un buon essere umano e una grande cittadina di questo pianeta.

Tu e Michael Douglas avete recentemente festeggiato il vostro 17° anniversario di matrimonio. Cosa fa funzionare la tua relazione?

Lui è il mio migliore amico . Lui mi ama, verruche e tutto. Ironia della sorte, nasciamo lo stesso giorno, il 25 settembre, a 25 anni di distanza. Penso che ci sia qualcosa nel modo planetario in cui siamo stati messi insieme.

Hai due figli adolescenti: Dylan, 17 anni, e la figlia Carys, 14. Quanto è difficile essere genitori?

Crescere i miei due figli non è una sfida. Niente affatto, adoro l'adolescenza. Amo l'innocenza e sto imparando così tanto, non solo la musica e le cose artistiche di cui sono interessati, ma semplicemente tornando indietro nella storia. Il nostro tavolo da pranzo è come un tesoro di storia e lo adoro.

Mi sento molto benedetto. Non mi sento come se avessi molte sfide nella mia vita. Ho avuto un'infanzia di felicità, che è probabilmente la principale fonte di me per superare la giornata.